Indice
Disponibilità: Disponibile
€ 15,00
Il contributo, anche se finalizzato all'analisi delle accise, presenta un'evidente valenza generale per l'intero sistema dell'imposizione sui consumi sviluppatosi all'interno dell'ordinamento...
Formato: Cartaceo
Anno: 2012
Edizione: 1
Pagine: 203
Stato:Vendibile
ISBN:9788866031284
Codice interno:128
Il contributo, anche se finalizzato all'analisi delle accise, presenta un'evidente valenza generale per l'intero sistema dell'imposizione sui consumi sviluppatosi all'interno dell'ordinamento europeo. E' stato messo in luce come la riforma tributaria degli anni '70 che ha caratterizzato l'ordinamento italiano abbia determinato una forte razionalizzazione delle accise soprattutto in virtù della forte spinta europea che ha portato all'introduzione dell'IVA nel mercato unico. Il processo di integrazione europea degli anni '90 relativo al regime generale, alla detenzione, alla circolazione ed ai controlli dei prodotti soggetti ad accisa, ha lasciato agli Stati membri la facoltà di introdurre o mantenere accise diverse a condizione che non dessero luogo, negli scambi tra Stati membri, a formalità connesse al passaggio di una frontiera. Pertanto al regime tributario delle accise armonizzate si affianca quello delle accise "non armonizzate". Infatti, da una lato, abbiamo un modello di tassazione unico, per ciò che concerne la struttura delle accise, derivante dai principi della direttiva 2008/118/CE che si prefigge lo scopo di garantire il corretto funzionamento del mercato interno in relazione alla libera circolazione dei prodotti soggetti ad accisa. Dall'altro, un sistema organico di tassazione dei consumi fondato sull'IVA, sulle accise armonizzate e sulle accise non armonizzate.